Modelli di biglietti da visita, quali scegliere?

Finanza

Biglietti da visita originali? Si, certamente, ma ben pensati! Si può essere creativi anche con stile ed eleganza, senza dimenticare che il biglietto da visita è la nostra prima presentazione, il nostro primo lasciapassare ed identifica ciò che siamo, la nostra azienda, la nostra attività.

Non sono più solo le aziende a far uso del biglietto da visita, oggi sempre più freelance sono alla ricerca del biglietto da visita come “arma” da sfoderare al momento opportuno.

Nonostante la comunicazione sia sempre più digitale, avere un biglietto da visita ben congeniale, aiuta i possibili clienti a memorizzare il brand.

Il biglietto da visita deve essere in sintonia con la professione e con l’immagine dell’azienda

E’ importante che il biglietto da visita risulti essere  in sintonia con la professione e con l’immagine dell’azienda. Per creare il proprio biglietto da visita, ci si può sempre affidare ai modelli che si trovano online. Ce ne sono davvero tantissimi e per tutti i gusti, basta scegliere con criterio tenendo sempre in considerazione la grafica, i colori, il logo, ecc.  Se non sei un grafico, i modelli di biglietti da visita, sono una forte ispirazione. Online esistono diversi programmi che permettono di cercare in database fra centinaia di spunti. In questo modo è possibile trovare molte idee oppure elaborare quelle presenti e farle diventare tue.  

Biglietto da visita formato rettangolare

Il biglietto da visita più diffuso, è quello nel formato rettangolare. Non è casuale che sia così, infatti è facilmente intuibile che questa tipologia di biglietto da visita è molto pratica da portare in giro, si può inserire in tasca oppure nel portafoglio, nel portacarte e portadocumenti. Due sono i formati più in uso:  formato 85×55 mm e 75×45 mm.

Grammatura carta

Quando si stampano i biglietti da visita personalizzati, è bene scegliere una tipologia di carta dalla grammatura pesante, affinchè il biglietto non si pieghi, non si rovini e non si spezzi. Sarebbe poco professionale dare un biglietto da visita rotto o sgualcito. Ovviamente anche la qualità di stampa conta: tipografie come Tecnograficarossi.it offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo, carte speciali e nobilitazioni particolari.

Per scegliere il modello dobbiamo rifarci sicuramente al design che deve avere il biglietto da visita professionale. Negli affari, così come quando incontriamo una persona mai vista,

e per chi vuole fare business, la quantità degli affari dipende proprio dal biglietto da visita.

Gli affari sono selettivi, pertanto lo sono anche gli uomini d’affari, per questo è meglio contare sulla semplicità e sulla chiarezza dei caratteri che devono essere ben leggibili. E’ bene quindi non fare la scelta azzardata dei formati di layout che possono colpire al primo istante ma subito dopo sembrare tanto confusi e disordinati. E’ norma utilizzare caratteri quali Karat, Helvetica, Myriad Pro e Glasgow.

La dimensione di carattere ideale è 12 pt, ma cosa più importante è non scendere mai sotto di 6 pt, perchè potrebbe essere davvero un problema per le persone che hanno una vista debole.

Il modello professionale del biglietto da visita

Trasmettono professionalità elementi quali caratteri sans serif, spazi bianchi,  letter pressing e effetti rilievo. Il colore più raffinato? Il sabbia.  Le lettere devono essere pulite, e devono essere regolari nella crenatura. Se la scelta è quella di una font tipografica, l’effetto professionista, sarà certo reso migliore.

Quanti colori utilizzare?

Ci verrebbe proprio da scrivere, mai più di due. Soprattutto per seguire il trend minimal che va tanto di moda per vari motivi. I colori inoltre più utilizzati restano il bianco, il rosso, il marrone ed il grigio. Ovviamente questi non sono colori scelti a caso, ma tinte che rispecchiano un significato nel biglietto da visita: il bianco è il colore che spiega lo scopo, che va dritto alla mission , il rosso è il colore che comunica passione ed audacia, fa apparire il brand solido, stabile, forte e fiero. Diciamo che può anche essere definito il colore dell’orgoglio. Il marrone (meglio scuro), offre la sensazione della stabilità, dell’esperienza, dei valori che si tramandano. Infine, il colore grigio indica praticità nello svolgere gli affari.

Ovviamente questi colori si possono anche abbinare ad altri, ad esempio, rosso e oro, sono indicati per gli studi designer, per i creativi, ma anche per le agenzie che si occupano di matrimoni. L’importante è non volersi spingere troppo lontano senza avere gli elementi giusti a portata di mano, affinchè qualcuno con il tuo biglietto da visita fra le mani, non esclami:”Oddio, cos’è?”. Il colore infatti non è sempre un elemento distintivo, certamente però, nel suo insieme, gioca un ruolo di grande rilevanza. Poca audacia quindi, e tanta saggezza, soprattutto per i settori più esposti.

Casa
Usare vetrofanie e adesivi per le vetrine è ancora un’ottima idea per i piccoli negozi

Una bella vetrina è la chiave per vendere di più I piccoli negozi che vogliono allestire una “vetrina da urlo”, hanno ancora oggi una carta vincente per le mani ed è quella di utilizzare vetrofanie e adesivi. Creative, originali, empatiche, di grande effetto, le vetrofanie e gli adesivi, sono un ottimo …

video social
Finanza
Video Marketing sui Social: la strategia vincente!

La comunicazione non è più la stessa! Merito, si potrebbe dire, dei social network, che hanno creato un nuovo “codice” presentando una comunicazione innovativa, veloce, facile, comoda, intuitiva, in grado di arrivare al punto delle necessità. Ecco perchè il video marketing è la strategia vincente per comunicare sui social e …

Finanza
Top vantaggi dello shopping online

Coupon e risparmio se compri su internet Se siete come la maggior parte di noi che trovano antipatico e stancante fare compere presso i centri commerciali o nelle affollate vie dei negozi in città, lo shopping online può aiutarvi ad eliminare tutto questo stress ma per fortuna c’è codicesconto99.it . …